Cosa visitare

 

Trasporti

 

Musei

 

Terme

Gastronomia

 

Attrazioni

 
maratona
 
danubio
 
 
budapest di notte
 
 
Palazzo del Parlamento ungherese

Il Palazzo del Parlamento ungherese rappresenta un magnifico esempio di architettura neogotica e, con la sua maestosità, si colloca al terzo posto, per grandezza, tra gli edifici del Parlamento di tutto il mondo, con le sue 691 camere, i suoi 20 chilometri di scale e la sua altezza di 96 metri, confrontabile con quella della Basilica di Santo Stefano.

Il Palazzo del Parlamento è uno dei più bei palazzi dell'intera Europa; ubicato sulla riva del Danubio, è pervaso da una bellezza e da una grazia mozzafiato, soprattutto di notte, quando si riflette sul fiume dando vita a mille favolosi colori, in una atmosfera magica che non può non emozionare.

Si tratta di un palazzo molto importante, tant'è vero che, per progettarlo, fu bandita una gara d'appalto, nel 1880. Il progetto vincitore, dell'architetto ungherese Imre Steindl, diede vita alla costruzione nel 1885. Il palazzo fu inaugurato nel 1896, in occasione del millesimo anniversario della nascita del Regno d'Ungheria, per poi essere completato nel 1904.

Durante il periodo comunista che interessò l'Ungheria, la torre centrale che si erge dalla cupola dell'edificio del Parlamento fu addobbata con una grande stella rossa, simbolo del Cumunismo, che fu rimossa dopo la caduta del regime.

Il Palazzo del Parlamento è soggetto a continui interventi di manutenzione poiché l'inquinamento atmosferico ne intacca costantemente le pareti di calcare poroso, ragion per cui, spesso, si possono vedere delle impalcature attorno all'edificio.

Oltre alla splendida struttura architettonica, si possono ammirare belle statue e bei dipinti che fanno bella mostra di sé in un ambiente accogliente e maestoso. Secondo molti, non esiste una struttura in Ungheria che funga da miglior simbolo di indipendenza e impegno per la democrazia del Paese. Di fronte all'edificio del Parlamento furono costrutiti il Ministero dell'Agricoltura e il Museo Etnografico.

La piazza dove si trova l'edificio del Parlamento ungherese ha preso il nome di Lajos Kossuth, un celebre politico, giornalista e avvocato ungherese, che fu anche presidente dell'Ungheria nel 1849. Si tratta di un rivoluzionario, di un personaggio carismatico noto per i suoi ideali di libertà e democrazia, non solo in Ungheria, ma anche nel resto dell'Europa e negli Stati Uniti. Di fronte all'edificio del Parlamento si può vedere proprio un memoriale dedicato alla rivoluzione ungherese del 1956, e si può vedere anche un altro memoriale, accanto al palazzo.

Ma il nome di Lajos Kossuth è legato anche ad un'altra struttura, oltre alla piazza: un ponte; poiché tutti i ponti di Budapest furono distrutti durante la seconda guerra mondiale, fu costruito un ponte tra piazza Kossuth e Piazza Batthyány, il ponte Lajos Kossuth, che rimase in uso fino al 1960.

Al di là della sua bellezza architettonica, il Palazzo del Parlamento è importante per la sua funzione, in quanto viene utilizzato dalla Repubblica parlamentare dell'Ungheria, basata sull'Assemblea Nazionale unicamerale, costituita da 386 rappresentanti eletti per un mandato di quattro anni, la metà dei quali viena eletta su liste di partito mentre l'altra metà viene eletta in circoscrizioni monoposto.

Come avviene per molte repubbliche parlamentari, quale quella italiana, vi è un Primo Ministro eletto a maggioranza dai membri del Parlamento, mentre il Presidente della Repubblica ha ruolo e poteri limitati, tra cui quello di comandante in capo delle forze armate e di nomina del primo ministro; possiede cioè, per lo più, un ruolo formale e viene eletto per un mandato di cinque anni.

E' possibile visitare l'edificio del Parlamento solo quando l'Assemblea Nazionale non è al lavoro. Una visita guidata, disponibile in diverse lingue, dura circa 45 minuti e consente di visitare la grande sala, una delle lobby, la vecchia Camera dei Lord, le principali scale d'ingresso e i gioielli della corona ungherese.

La storia dei gioielli della Corona ungherese è particolarmente interessante, in quanto essi sono stati in parte smarriti e in parte rubati diverse volte nel corso del tempo. Inoltre, dopo la seconda guerra mondiale, alcuni gioielli sono usciti dai confini dell'Ungheria per andare a finire in Paesi europei occidentali e altri sono stati dati in custodia all'esercito americano per salvaguardarli dalle mani dell'Unione Sovietica.

Per gran parte del periodo della Guerra Fredda, i gioielli della Corona sono stati custoditi negli Stati Uniti a Fort Knox, assieme alle riserve d'oro americane, per poi essere restituiti all'Ungheria nel 1978. Comunque, a partire dal 2000, il palazzo custodisce alcuni tesori simbolo della Corona ungherese, quali la corona di Santo Stefano, lo scettro e la spada rinascimentale.

Per ammirare il Palazzo del Parlamento in tutto il suo splendore ci si dovrebbe porre ad una certa distanza, per coglierne appieno le armonie costruttive; per farlo, si può ad esempio partecipare ad una bella crociera sul Danubio o ci si può recare in Piazza Batthyány, ad una sola fermata di metropolitana da Piazza Kossuth, lungo la linea M2.

Si può ottenere uno sconto sul biglietto d'ingresso al palazzo se si è cittadini dell'UE, pertanto, al momento dell'acquisto del biglietto, si potrà esibire un documento attestante questo status, ad esempio il proprio passaporto.

Per arrivare al Palazzo del Parlamento si può prendere la metropolitana M2 alla stazione Kossuth tér, nella Piazza Lajos Kossuth, oppure il tram 2, che corre lungo il fiume Pest ed ha una fermata proprio a Kossuth tér.

Puoi visitare anche altre interessanti attrazioni a Budapest, oltre che svolgere attività divertenti.
 
 
 
terme
Citta vecchia
   
terme
   
castello
   
© Copyright www.budapest.it - Cookies Policy - Email